Strade di Liberazione: omaggio al partigiano Francesco Innamorati

Che il 25 Aprile sia un giorno di festa, da vivere anche nella solennità di preziose testimonianze e ricordi, con la profonda gratitudine verso chi, quella storia di Resistenza e Liberazione, l’ha scritta in prima persona, portandone i segni e costruendo dalle macerie l’Italia repubblicana, democratica e antifascista.

Oggi il Partito Democratico di Perugia, con il segretario Paolo Polinori ed il deputato Walter Verini, si raccoglie per alcuni minuti nel ricordo del partigiano perugino Francesco Innamorati, venuto a mancare da poche settimane, dopo aver dedicato una vita intera al servizio, alla testimonianza e alla militanza.

Mentre qualcuno cerca di imporre un revisionismo storico che nulla ha a che vedere con i valori del 25 aprile, il Partito Democratico di Perugia ha voluto ribadire che la storia non può essere riscritta o peggio stravolta, proponendo un’inaccetabile equiparazione tra chi, come i partigiani, combatteva per la libertà di tutti e chi, invece, praticava la violenza e la negazione delle libertà verso chi la pensava diversamente.

Poniamo un fiore sulla sua lapide, compagno Francesco, è il fiore del partigiano, per rendere onore alla tua memoria e a quella di chi, come te, ha combattuto per la Liberazione e l’ha insegnata a ognuno di noi.

Un ringraziamento doveroso alla famiglia del partigiano Francesco Innamorati che tramite i figli Simonetta e Giuseppe ha reso possibile onorare in questo giorno la memoria di un grande uomo che ha reso un servizio inestimabile al nostro Paese, come i tanti partigiani che hanno combattuto contro il fascismo, per la libertà, l’uguaglianza e la democrazia. Ora e sempre, resistenza.