PERUGINA, GIACOPETTI E LEONELLI: “UNA VERTENZA IMPORTANTE, NO STRADE INFORMALI”

perugina_nestlè-2PERUGIA – “Una vertenza importante e complessa come quella che coinvolge i lavoratori della Perugina Nestlè non può essere affrontata con la superficialità dimostrata ieri, in consiglio comunale, dall’assessore Michele Fioroni”. Così, in una nota, i segretari del Pd di Perugia e dell’Umbria Francesco Maria Giacopetti e Giacomo Leonelli. “Riteniamo – sottolineano i due – che poche notizie su qualche sporadica campagna di marketing e una pacca sulla spalla da parte di un pezzo del management aziendale non possano bastare a rassicurare le centinaia di lavoratori da ormai un anno e mezzo con contratto di solidarietà; e non possono esserci strade ‘informali’ per garantire la tenuta della produzione e i livelli occupazionali”. “Da tempo – spiega la nota – le Rsu aziendali segnalano elementi di forte preoccupazione. La presidente Marini ha recentemente chiesto un incontro ufficiale con i vertici della multinazionale. Come Pd ci abbiamo voluto mettere la faccia e abbiamo promosso incontri mirati a fare chiarezza sulla realtà produttiva dell’azienda, abbiamo portato la questione all’attenzione dei vertici nazionali. Oggi ci uniamo all’appello dei sindacati perché i lavoratori e le istituzioni adottino una strategia comune per affrontare la vertenza. La vicenda Ast sta a dimostrare che solo attraverso una mobilitazione larga, partecipata, responsabile e ferma si ottengono risultati in grado di salvaguardare il territorio e i lavoratori. Auspichiamo, dunque, che il Comune di Perugia si faccia interprete al più presto della necessità e dell’urgenza di partecipare un percorso comune per la positiva risoluzione della vertenza Perugina-Nestlè”.