PD – SPD – PS chiedono all’Europa scelte coraggiose

Si è svolto ieri, con una videoconferenza molto partecipata, l’incontro tra i partiti di area progressista delle città gemellate: il PD di Perugia, l’ SPD di Tubinga e il PS di Aix en Provence.

Iniziativa indetta per presentare un documento a firma congiunta, contenente raccomandazioni per la buona riuscita del negoziato europeo. Occasione per fare anche il punto sull’emergenza sanitaria e le reazioni delle città gemellate di fronte alla crisi.

All’incontro hanno partecipato, oltre ai militanti dei rispettivi partiti, anche figure istituzionali dei diversi Paesi e dell’Unione Europea. Per l’Italia la Vice Ministra dell’istruzione Anna Ascani, per il Parlamento di Bruxelles, la Vice Presidente Katarina Barley.

I relatori del Partito Democratico di Perugia sono stati il segretario Paolo Polinori e Marko Hromis, responsabile di segreteria per gli affari europei, moderatore e promotore dell’iniziativa.

Molti sono stati gli spunti emersi durante la serata. Particolare attenzione è stata posta sull’attuale emergenza sanitaria a cui deve fronteggiare l’Europa. E’ stato sottolineato come la sussidiarietà e la solidarietà debbano  essere valori fondanti su cui porre le basi per una concreta rinascita. D’altronde, anche la riunione congiunta di tre partiti progressisti europei è la prova che la cooperazione e il reciproco scambio di idee siano fondamentali per costruire non un’Europa politica ma l’Europa dei Popoli, in cui tutti si sentano parte di una comunità ed un progetto comune.

I tre partiti hanno ribadito quindi la necessità di rilanciare un’Europa solidale, unita e forte; che affronti con generosità e senso di responsabilità le imminenti sfide.

A tale proposito, la Vice Presidente del Parlamento Europeo Katarina Barley ha rassicurato la platea circa l’intenzione di tutti gli europarlamentari socialisti e democratici di perseguire azioni comuni che diano slancio all’economia ma al tempo stesso tutelino le nazioni più colpite dall’emergenza sanitaria.

Stesso concetto espresso dal segretario del PD di Perugia Paolo Polinori, che ha chiesto all’Europa di avere coraggio e di non perdersi in regolamenti e cavilli burocratici, spesso veicolo di polemiche di parte.

Il Partito Democratico di Perugia sottolinea come sia stata una grande occasione di dialogo e confronto per rafforzare il rapporto tra partiti europei vicini e amici, con lo scopo ultimo di servire al meglio le proprie città di appartenenza.

La serata si è conclusa con la reciproca promessa di organizzare periodicamente iniziative simili