Nuova Monteluce: riqualificazione vera, no speculazione finanziaria

Le informazioni che emergono dalla vicenda legata al rilancio della Nuova Monteluce, per lo più incomplete e frazionate, non possono sviare l’attenzione su quella che è e che deve essere la priorità per le istituzioni pubbliche coinvolte in questo investimento, cioè il rilancio e la riqualificazione di questo importante quartiere della città.

Il Partito democratico è sempre stato in prima fila nel tentativo di mettere in campo una visione di rilancio di questa area della città, impegno oltretutto confermato anche da poco in Consiglio comunale tramite un atto proposto dal Gruppo consiliare del Pd, con il quale si è chiesto di accelerare la conclusione dei lavori almeno delle due piazze superiori, tramite la conclusione della palazzina della ex chirurgia, destinata ad accogliere gli ambulatori del distretto sanitario di via XIV settembre e di una innovativa Casa della Salute.

L’eredità lasciata dai governi precedenti parla di un ospedale regionale di qualità come quello di San Sisto, di un’area bonificata con progetti di rilancio come quella di Monteluce e di una visione di sviluppo e crescita, sia sotto il profilo sanitario che quello innovativo e tecnologico, nella Nuova Monteluce.

Ad oggi, invece, non conosciamo minimamente le intenzioni progettuali della Giunta regionale e comunale.

La Nuova Monteluce ha bisogno di essere rilanciata, tramite partecipazione, condivisione, ma anche un impegno concreto da parte del Comune di Perugia, ormai imprescindibile, necessario e urgente. Non possiamo fare finta che questo territorio appartenga ad un’altra città, o ad un’altra amministrazione.

Monteluce appartiene alla città. E chi la governa ha il dovere di farsene carico e di prendersene cura.

Sarah Bistocchi
Capogruppo Partito Democratico al Comune di Perugia

Paolo Polinori
Segretario Partito Democratico di Perugia